BEYOGA

BEYOGA

Ormai lo stress è diventato come un paio di scarpe: ce n’è uno adatto a ogni occasione. Da lavoro, da parcheggio, perfino da rientro dalle vacanze. Chi vive quotidianamente la routine frenetica delle grandi metropoli ne accumula molto, spesso senza riuscire a trovare un luogo in cui rilassarsi in maniera adeguata. Un’esigenza alla quale risponde BeYoga, prima accademia dello Yoga in Italia, aperta di recente in zona Porta Romana a Milano.

Un centro in cui per tutti, compresi i meno esperti, è possibile cimentarsi nell’antica filosofia indiana, trasformandola in un’esperienza a tutto tondo, lontano dal caos degli affollati centri fitness tradizionali, nei quali lo “stress da relax” rischia di aggiungersi alla già vasta gamma di varianti citate in apertura.

Fondata da Francesca Moratti e Paola Mattei, da anni appassionate e profonde conoscitrici dell’universo Yoga, l’accademia mette a disposizione dei propri clienti 10 maestri, uno per ogni disciplina specifica, in modo da dare a chi lo desidera, la possibilità di personalizzare al meglio il proprio percorso formativo.

L’offerta varia dal Vinyasa, all’Ashtanga, senza dimenticare l’Hatha, lo Yoga gentile o quello per donne in gravidanza. “Credo moltissimo in questa iniziativa – afferma Francesca Moratti – , la nostra aspirazione è quella di creare a Milano, un centro dove potersi prendere cura di sé stessi in un ambiente rasserenante e non competitivo”.

Una sorta di habitat naturale del benessere personale, per ritrovare calma, concentrazione ed equilibrio, perfino sui tacchi a spillo.

Dalla Grande SPA naturale a quella in casa. I benefici sali del Mar Morto

Dalla Grande SPA naturale a quella in casa. I benefici sali del Mar Morto

Il Mar Morto si potrebbe definire la più grande SPA del mondo. Questo mare, conosciuto nell’antichità come corroborante per la salute e come il centro termale di Cleopatra, presenta una combinazione di 21 minerali dalle efficaci proprietà curative e rigeneranti. Si trova nel cuore della grande fossa tettonica siriano-africana ed è chiuso, senza sbocchi. L’intensa evaporazione favorisce la concentrazione di minerali e fango di sedimentazione nelle sue dense acque e nelle sorgenti termali minerali che si trovano lungo le sue sponde.
Fornisce, infatti, una concentrazione di sali e minerali è del 33% mentre quella dell’oceano è soltanto del 3%.
I minerali del Mar Morto, grazie al loro rinomato effetto terapeutico sulla pelle, riducono la disidratazione e le infiammazioni, rimuovono le cellule morte e migliorano l’elasticità e la compattezza dell’epidermide. Aiutano inoltre a ridurre la dilatazione dei pori, calmano i rossori, limitano la comparsa dei segni d’espressione, esfoliano delicatamente la pelle e la nutrono in modo naturale.

Il fango nero del Mar Morto, ricco di minerali organici noti per essere assorbiti rapidamente. aiuta la circolazione sanguigna, regola il sebo e rimuove le impurità, rendendo la pelle morbida, liscia e rivitalizzata.
Da qui l’idea della giovane imprenditrice Amy Alma Kafri di dar vita alla  linea di prodotti Alma K.
“Alma, oltre a essere il mio secondo nome – spiega Amy Alma Kafrititolare dell’azienda –, significa in ebraico ‘giovane ragazza’, ‘anima’ in spagnolo, e ‘qualcosa che apporta nutrimento’ in latino”.
I prodotti Alma K sono tutti completamente naturali e offrono alla pelle l’efficacia dei principali minerali del Mar Morto:

Magnesio, che migliora il livello di idratazione della pelle, lenisce e cicatrizza, oltre a stimolare il metabolismo cutaneo

Potassio, che equilibra il livello di idratazione cutanea e mantiene sano il PH della pelle.

Calcio, che protegge le cellule della pelle, regola la produzione di sebo, equilibra e tonifica.

Bromo, che ha proprietà calmanti, lenitive e anti-infiammatorie.

Iodio, che stimola il metabolismo cutaneo e migliora il funzionamento della pelle.

Zinco, che stimola il rinnovamento della pelle, è ricco di antiossidanti e ha proprietà lenitive e cicatrizzanti.

Zolfo, che ha un naturale effetto antibatterico e contiene vitamine essenziali

Sodio, che rafforza la pelle favorendo l’assorbimento delle sostanze idratanti e migliora il metabolismo cutaneo.

Manganese, ricco di antiossidanti, che stimola la circolazione cutanea e potenzia l’elasticità.

I prodotti Alma K sono formulati con una miscela esclusiva di minerali, sali e acqua del Mar Morto ed estratti vegetali puri. Non contengono parabeni, petrolati aggiunti e oli minerali. Minima la concentrazione del fenossietanolo, utilizzato per garantire la conservazione dei prodotti.

“La produzione è a Tel Aviv, in Israele, e per essere importata in Italia è stata sottoposta a una serie di controlli chimici e burocratici. Dieci i prodotti distribuiti in esclusiva da “La Gardenia”, la seconda catena di profumerie sul mercato italiano”, afferma Fabio Pampani  Amministratore Delegato del Gruppo La Gardenia.

                                                                                  Clementina Speranza

Cinque fattori di longevità racchiusi in una capsula antinvecchiamento

Cinque fattori di longevità racchiusi in una capsula antinvecchiamento

Curcumina, Resveratrolo, Licopene e Neucleotidi sono ingredienti funzionali e altamente biodisponibili racchiusi in un integratore alimentare con 2 target chiave: l’inflammaging e l’immunosenescenza.
Si chiama NatygenDna™ e nasce dalla ricerca di molecole altamente attive nel prolungare e migliorare il benessere dell’organismo, contrastando l’invecchiamento cellulare e prevenendo i fattori di rischio delle patologie correlate all’avanzare dell’età.
NatygenDna™ agisce nel “cuore della longevità”, protegge il SNA e attiva le difese cellulari, per ottimizzare lo stato di salute e raggiungere un invecchiamento di successo. Fonda le sue radici nella nutrigenomica, la scienza che studia l’interazione tra nutrizione e il DNA, ovvero come il cibo influenza i nostri geni. La nutrigenomica consente di individuare quali alimenti siano in grado di stimolare i geni della longevità in modo che le cellule siano indotte a riparare i danni subiti e possano proteggersi in modo più efficiente dagli attacchi esterni. La sola alimentazione spesso non è sufficiente a garantire l’adeguato apporto di sostanze concentrate e biodisponibili utili a combattere lo stress ossidativi e ripristinare l’equilibrio tra antiossidanti endogeni e radicali liberi.
LA CURCUMINA, il pigmento che dona il colore giallo al curry, è inserito in NatygenDna™in forma attivata e altamente biodisponibile. La curcumina attiva i meccanismi per la sopravvivenza cellulare, stimolando la produzione dei nostri sistemi di difesa contro i radicali liberi, e protegge i neuroni.
La curcumina riesce inoltre a spegnere l’interruttore dell’infiammazione; è è dunque in grado di proteggere l’inero organismo e in particolare modo le articolazionidall’infammaging, l’invecchiamento precoce dovuto a una condizione di infiammazione cronica.

                                                                                 Clementina Speranza

BIORIVITALIZZAZIONE

BIORIVITALIZZAZIONE

Le sostanze contenute nel nostro sangue vanno a stimolare i processi di riparazione. Studiando il processo di cicatrizzazione legato all’azione delle piastrine sui traumi della cute è nata l’idea della Biorivitalizzazione con PRP (Platelet-Rich Plasma) sia per il viso che per il bulbo pilifero.
“In natura, il PRP è una fonte di fattori di crescita che stimolano lo sviluppo dell’osso e dei tessuti molli (cute, sottocute, tessuti miofasciali) del nostro organismo, migliorando la risposta ai danni biologici e favorendo la guarigione delle ferite. Innestato nella zona da trattare, il PRP accelera la proliferazione cellulare (specie delle staminali), favorendo i processi riparativi e la rivascolarizzazione di pelle e cuoio capelluto, oltre alla sintesi di collagene. Il tutto senza effetti collaterali, trattandosi di una sostanza naturale, derivata dall’organismo del paziente”, afferma la Dottoressa Stefania Grecoesperta in Medicina Estetica, Omeopatia, Omotossicologia e Medicine Integrate all’Ospedale San Raffaele di Milano.
Il PRP può essere utilizzato per rigenerare e, dunque ringiovanire, non solo la pelle di viso, collo, décolleté e mani, ma anche di addome e gambe. Una volta ottenuta la soluzione, lo specialista la inietta sottocute con microiniezioni distanti circa 1-2 cm l’una dall’altra.
Si ottiene subito un leggero “effetto filler” nelle zone interessate, ma i risultati più evidenti si manifestano nell’arco di un mese circa. Grazie alla stimolazione delle cellule del collagene ed elastina, la pelle appare più turgida, luminosa e compatta.
Questa tecnica, altrettanto promettente per contrastare la caduta dei capelli, costituisce valida alternativa alle tradizionali terapie mediche anti-caduta che prevedono il ricorso a farmaci (per esempio la finasteride) dai molti effetti collaterali.
Il principio della PRP HT (Platelet Rich Plasma Hair Therapy) è sempre lo stesso: i fattori di crescita presenti nelle piastrine sono in grado di stimolare l’attività delle cellule staminali dei bulbi piliferi ancora presenti, ma silenti o in sofferenza.
È indicata in tutti gli stadi dell’alopecia androgenetica, sia maschile (interessa l’85% degli uomini) sia femminile (colpisce il 50% delle donne in menopausa e un elevato numero di donne in età fertile). La PRP HT viene inoltre impiegata con successo nei casi di alopecia areata a chiazze e nei soggetti già sottoposti ad autotrapianto di bulbi del follicolo pilifero, per favorirne un più rapido attecchimento e stimolare la crescita di eventuali bulbi silenti, migliorando il risultato chirurgico.

La seduta e i risultati
Si tratta di una metodica ambulatoriale che richiede circa 30-45 minuti. Non servono particolari analisi preparatorie, ma è sempre meglio effettuare un esame del sangue, specie se si hanno problemi di coagulazione o di funzionalità epatica.
“La seduta inizia con il prelievo di 60-70 ml di sangue venoso – spiega la Dottoressa Greco -. Le provette vengono immesse in una centrifuga che, in pochi minuti, separa le componenti del sangue e permette di ottenere una massa gelatinosa, il plasma ricco di piastrine (PRP), fonte di fattori di crescita”.
Due i metodi per l’applicazione: con la siringa o con un rullo composto da aghi che provocano tanti microfori superficiali. “Preferisco utilizzare la siringa perché il siero PRP viene iniettato in profondità, al livello del derma e si ha la certezza che non venga disperso in superficie – continua la Dottoressa Greco -. Quando si agisce sul cuoio capelluto, dopo aver anestetizzato la zona da trattare, lo specialista inietta la soluzione ottenuta, per poi procedere al massaggio che ne favorisce la distribuzione. Non è richiesta convalescenza: il paziente può riprendere immediatamente le attività abituali. I primi risultati cominciano a comparire dopo circa 1-2 mesi dalla prima seduta. Nei casi di diradamenti più seri il trattamento si ripete dopo 2-3 mesi. In generale, per il mantenimento basta un ‘richiamo’ una volta l’anno”.
L’iter per il viso e le altre parti del corpo è il medesimo. “Possiamo parlare di trattamento curativo, perché serve a rinnovare il tourn over delle cellule e a migliorare la texture della pelle, ma i risultati non sono immediati come con filler, botulino o laser –  chiarisce la Dottoressa Greco -. A questa terapia si può associare la biorivitalizzazione con acido ialuronico, con vitamine e proteine per idratare, nutrire in profondità e potenziare l’effetto curativo del trattamento PRP. Queste sostanze iniettate nel derma stimolano fisiologicamente la produzione di collagene e acido ialuronico che con il tempo (cronoaging) e con il fotodanneggiamento (fotoaging) e che già dopo i 30 anni cominciano a ridursi quantitativamente”.

Clementina Speranza

Dottoressa  Stefania Greco
stefania.greco@hotmail.com
+39 340 3048985

NATURALMENTE DOLCE, A ZERO CALORIE

NATURALMENTE DOLCE, A ZERO CALORIE

L’Unione Europea ha concesso l’autorizzazione definitiva alla commercializzazione di  MISURA Stevia®, il dolcificante naturale che è privo di calorie,  è 300 volte più dolce dello zucchero, non viene assimilato dall’organismo, non dà apporto nutritivo e viene eliminato naturalmente.

MISURA Stevia®  deriva da estratti puri della stevia, pianta originaria del Sud America che è utilizzata da secoli dagli indiani Guaranì del Paraguay, viene diffusamente consumata da oltre 30 anni anche in Giappone, dove è conosciuta per la sua dolcezza, ed è già presente in Francia grazie a una speciale deroga della UE  fin da inizio 2010.

L’estrazione di questa sostanza naturale avviene attraverso un processo di infusione delle foglie essiccate, simile all’infusione del tè. La sostanza viene poi purificata (97% di purezza), disidratata e infine ridotta in polvere.

“I dolcificanti naturali di nuova generazione costituiscono un’interessante alternativa allo zucchero perché hanno un potere calorico inferiore – afferma Giuseppe Fatati, Presidente della Fondazione ADI –. I prodotti a base di stevia, o meglio dello stevioside contenuto negli estratti delle foglie, sono di origine naturale proprio come lo zucchero, ma danno un apporto calorico nullo a fronte di un potere dolcificante pari a 300 volte quello del saccarosio.  Sono favorevole alle innovazioni che contribuiscono a far vivere meglio e in maniera più salubre. I tempi relativamente lunghi con cui EFSA e Unione Europea hanno dato il via  libera alla stevia sono peraltro garanzia di una ricerca accurata, confermano la sicurezza della stevia e ampliano la gamma e le possibilità di scelta di prodotti di questo tipo offerti ai consumatori”.

Una vera “rivoluzione dolce” in un mercato, quello dei dolcificanti, caratterizzato da una staticità ormai decennale. Il dolcificante è prodotto da Merisant e distribuito in Italia da D&C. Merisant da Pure Circle, azienda leader al mondo nella produzione di stevia, si occupa di tutta la filiera dalla coltivazione delle piante fino al prodotto finito, garantendo in questo modo altissima qualità.

Hugues Pitre, Vice-Presidente e Amministratore Delegato EMEA di Merisant, ha dichiarato: “In Francia abbiamo già raggiunto una quota di mercato superiore al 65%, Merisant è particolarmente orgogliosa di portare MISURA Stevia® sul mercato italiano, grazie all’accordo con D&C, azienda bolognese già responsabile della distribuzione dei prodotti dolcificanti a marchio MISURA”.

Clementina Speranza

Pagina 19 di 19« Prima...10111213141516171819